Incontri Con Antonio 

Viviamo in un'epoca di rapidissime trasformazioni in cui la tecnologia avanzata svolge un ruolo primario. La religione tradizionale, basata fortemente sull'esteriorità, sulle pie pratiche, sull'obbedienza alle autorità ecclesiali, sul sacrificio e la sofferenza intesi come prezzo da pagare per la conquista di un aldilà felice, è in profonda crisi.

In un futuro non lontano, la religiosità non esisterà più. Che ne sarà allora del messaggio di Cristo?

Quest'anno nel riprendere i nostri incontri settimanali con Antonio Maione, sacerdote, pastoralista e psicologo, aperto da anni a questi temi, si è deciso di cercare di liberare il Vangelo dalla... muffa. Non più "catechesi" dunque, ma "incontri di liberazione per raggiungere la felicità".

Abbiamo così cominciato a provare ad immaginare e a scrivere il Vangelo del futuro. Un Vangelo diverso? No, perché il Vangelo è Cristo stesso. Abbiamo solo cercato di interpretare il Suo messaggio in modo tale da renderlo accessibile a noi e a quelli che verranno.

In linea con la moderna teologia che scopre sempre più la laicità del Gesù storico, avversato e condannato dalle autorità religiose della Sua epoca, Antonio Maione ha cercato di porre al centro l'uomo in quanto destinatario del messaggio di Gesù, l'uomo da ricomporre nella sua unicità corporale e spirituale perché per troppi secoli è stato frantumato in retaggi manichei, sacrificato al potere, all'istituzione, al ruolo, alla ritualità...

L'uomo divinizzato da Cristo che non ha ricevuto altro comandamento da Lui se non quello di amare Dio, se stesso e il prossimo. L'uomo chiamato ad essere felice nell'amore e nella libertà: "Questo vi ho detto perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena" (Gv.15,11).

 

Elenco Incontri

Riprendiamo il nostro cammino dopo la pausa delle feste di Pasqua, per recuperare una continuità. Lo sviluppo nella nostra storia non fa salti, quindi noi viviamo sulla linea del continuum. Nella natura non ci sono salti. Esiste un legame molto stretto tra la chimica inorganica e quella organica,...
Incontro con la pastora evangelica luterana Kirsten Thiele.   ANTONIO MAIONE In attesa della pastora, vi ricordo una cosa essenziale e, cioè, che tutto avviene nella figura unificante che è Cristo il quale nella preghiera dell'ultima cena (Gv. 17,21), disse: "Ut unum sint" ("Perché siano tutti...
Pina Tavani presenta il suo libro di poesie "Anelito all'Assoluto" e ne fa dono di una copia a tutti i presenti.   "Poesia" viene dal greco "poiein" e significa "fare" e, quindi, avere l'opportunità di mettere sul piano dell'azione ciò che si elabora su quello mentale. Se c'è dissociazione tra...
La vita è possibile solamente se è attivatrice della conquista degli spazi di vitalità. Ogni qualvolta che la vita si mette in un atteggiamento passivo, diventa rinunciataria.  Questo significa che dobbiamo fare una verifica dentro di noi,  sulla resurrezione, per capire se è una realtà...
Mi veniva in mente un argomento importante: la lucidità, perché alcune espressioni, quando non sono ben decantate, finiscono col lasciare obnubilati nella foschia senza permettere di coglierne profondamente il senso. La lucidità è una virtù che non si può comunicare perché si acquisisce con...
  "Meglio mai che tardi"... Noi siamo abituati a dire: "Meglio tardi che mai". Dobbiamo cercare di capire fino in fondo perché è "meglio mai che tardi". Quando prendiamo consapevolezza della nostra realtà, possiamo commettere il grosso errore di pensare che la nostra vita sia legata alla...
Cineforum: film "Il diritto di contare" di Theodore Melfi   GIULIANA MARINO (scheda introduttiva alla visione del film):   Questo cineforum ha una sua vocazione che è insieme anche una speranza: quella di poter essere uno strumento di riflessione e di dibattito su temi che, in un modo o...
"Se qualcuno mi dimostrasse che Cristo è fuori dalla verità e se fosse effettivamente vero che la verità non è Cristo, ebbene, io preferirei restare con Cristo piuttosto che con la verità". E' una frase del teologo Sergio Quinzio che ci introduce al discorso che vogliamo fare circa un diffuso senso...
Non è cosa facile cercare di coniugare economia ed antropologia. La fine del capitolo 190 della"Laudato si'" che stiamo trattando, seguendo il percorso che ci da l’opportunità di renderci conto di dove siamo e dove andiamo, ci costringe a pensare. Da un'indagine condotta, risulta che il 90% delle...
C'è una bipolarità tra l'uomo prescrittivo e l'uomo promozionale. Per entrare in questa tematica, bisogna cercare di capire la differenza tra vivere ed esistere. Noi siamo passati da un modello di vita sotto il giogo prescrittivo dove la dogmatica, la morale, la cultura, la condotta, il...
<< 1 | 2 | 3 | 4 | 5 >>